venerdì 23 settembre 2011

La mia piadina: senza strutto e lievito .. e non me ne vogliano i romagnoli

Benvenuto venerdì!!
Ebbene sì.. ho provato a fare la piadina..
un paio di weekend fa siamo stati a mirabilandia 2 giorni di fila e per 2 sere di fila non ci siamo ovviamente fatti mancare la piadina...
che stuzzicheria.. che bontà..
La ricetta originale, lo sappiamo, prevedere l'uso del lievito e dello strutto..
Non mi sogno di paragonarla alla loro.. io ne ho fatta una versione più leggera, innanzitutto perchè io e lo strutto non andiamo molto d'accordo.. sempre e comunque preferisco l'olio d'oliva! E poi volevo cercare di renderla più sfogliata possibile..
bado alle ciance, ho fatto così
Ho impastato 300 g di farina (200 g di farina manitoba "Molino Chiavazza" e 100 g di farina di grano duro "Molino Chiavazza") con 2 cucchiai di olio evo, un cucchiaino di sale ed uno scarso di bicarbonato. Ho aggiunto un pochino di latte, circa 40 cl, e di acqua frizzante, altri 40 cl, in modo da ottenere un impasto liscio ma sodo. Dopodichè ho iniziato a stendere con il mattarello la pasta.. per renderla più "sfogliata" ho provato ad usare il procedimento della pasta sfoglia..cioè tirarla, ungerla con un po' d'olio, ripiegarla su sè stessa e poi ristenderla.. questo per un paio di volte. Dopo la si punzecchia con una forchetta e si cuoce su una padella.. da entrambi i lati.. ci mette davvero poco!
L'ho condita con zucchine, squacquerone (lo adoro) e fesa di tacchino tagliata in fette molto sottili.

27 commenti:

  1. Idem.. con lo strutto.. come anche con il burro..non vado proprio d'accordo!!! a me sembra un ottimo risultato questo raggiunto!! vedo prue delle bolle.. gnamm gnamm che bontà!!!
    Mirabilandia.. che bellaaaaa ci son stata nel lontanissimo '94 e poi nel 2005.. che divertimento... bacioni e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  2. Che belle piadineeeeeee!
    ok, non saranno le originali... ma di sicuro la bilancia ringrazierà! :-)

    RispondiElimina
  3. Anche se non e' la ricetta originale a me ha messo una fame incredibile!!!Buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  4. Gustose e buonissime queste piadine! Bello il tuo blog se vuoi puoi passare da me. Baci!

    RispondiElimina
  5. Pero' che piadine! Una sera ce le facciamo:-) tanti baci

    RispondiElimina
  6. sinceramente..?sì, erano buone anceh se non originali! certo Ombrez.. ce le facciamo sì!

    RispondiElimina
  7. ...ahaha non te ne voglio io...che sono sempre stata turbata dallo strutto...così è super...copiooo

    RispondiElimina
  8. Io pur essendo romagnola non ho mai fatto la piadina anche perchè avrei dovuto usare lo strutto... La tua ricetta capita proprio a fagiolo!
    Grazie la proverò!

    RispondiElimina
  9. Che buonaaa!! Anch'io non uso proprio mai lo strutto, non ce l'ho neanche in casa... Preferisco di gran lunga l'olio extra vergine che facciamo noi. E questa ricetta non me la posso perdere!!
    Franci

    RispondiElimina
  10. mi fa piacere che questo strutto non piaccia così tanto...

    RispondiElimina
  11. Luisa questa tua versione della piadina mi piace moltissimo, è leggera. me la segno subito. Un abbraccio e buon weekend

    RispondiElimina
  12. senza strutto e senza lievito eppure così invitantissime? sono perfette per chi vuol stare leggero o, più importante, per chi è intollerante al lievito. (che effettivamente bene non fa a nessuno..) fantastiche queste piadine!

    RispondiElimina
  13. Anche io la faccio con l'olio, senza lievito, senza bicarbonato e come la tua si riempie di bolle... troppo buona, bravissima!! ;)

    RispondiElimina
  14. Non me ne vogliano neanche a me i romagnoli ma io preferisco le tue, lo strutto non l'ho mai usato, il burro preferisco usarlo il meno possibile, nei dolci non ne posso fare a meno, ma il più delle volte diminuisco notevolmente la quantità che prevede la ricetta. Quindi voto le tue piadine che sono anche belle da vedere. Bravissima

    RispondiElimina
  15. Visto che voglio mettermi a dieta, mi sembra una buonissima ricetta! Nani di Nani e Lolly

    RispondiElimina
  16. mai usato lo strutto, quindi la tua versione mi piace parecchio e te la stracopio ;) grazie.
    Buon fine settimana, baci.

    RispondiElimina
  17. Que delicia ese crepe, pankeke o piadina, esta para disfrutarla, besos

    RispondiElimina
  18. grazie per aver visitato il mio blog!! geniale l idea di queste piadine! anche se sono romagnola ed amante della piada DOC, le proverò..sai ho avuto un bimbo da poco ed i kiletti.. insomma sono ancora li :-)

    RispondiElimina
  19. Io odio lo strutto, non lo uso mai! Questa ricetta me la segno, mai provato a fare le piade in casa!

    RispondiElimina
  20. Anch'io con lo strutto non vado affatto d'accordo, solo dopo anni di lamentele sono riuscita a convincere mio padre a sottrarlo dagli ingredienti "imprescindibili" per la preparazione del (guaiachiglielatocca!) nostro amato casatiello!
    Mi sembra che queste piadine ti siano venute ugualmente molto, molto bene! Brava, continua a sperimentare e a renderci partecipi di tutte le tue belle idee!

    RispondiElimina
  21. Non sarà l'originale ma sembra comunque molto buona ed invitante e poi se più leggera non può che essere perfetta :-) Lieta anch'io di conoscere il tuo blog, a presto Debora.

    RispondiElimina
  22. Ciao Luisa c'è un regalino per te sul mio blog. Mi prendo una piadina, che mi sembra buonissima e leggera. Ci vediamo presto
    Carla Emilia

    RispondiElimina
  23. Buonissima bella e leggera e ottimamente farcita!!!
    E' partito il mio primo blog candy, vieni a vedere....
    Baci

    RispondiElimina
  24. Ottimo.. ma le proporzioni credo che siano decisamente sbagliate.. Con queste dosi si ottiene una brodaglia ho dovuto aggiungere quasi un kg di farina per avere un impasto sodo.. Forse intendevi 40 ml di latte e acqua.. non 40 cl..no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si.. assolutamene!! modifico subito!

      Elimina
  25. Belle...trasparenti, certamente il bicarbonato e l'acqua frizzante hanno fatto il loro dovere, brava! A proposito delle misure del'acqua forse le devi correggere! Ciao!

    RispondiElimina
  26. queste piadine vanno bene per la prova del cuoco... sono crude!!! forse "cotte" in una padella antiaderente fredda.
    ci vuole un testo, di ghisa o alluminio, che pesi un paio di kili , che non scenda di temperatura quando arriva la piada

    Se uno mette 2 etti di strutto per kilo di farina, come dicono in tanti posti, non ci sarebbe nemmeno bisogno di usare l'acqua.. anche a me disgusta quel tipo di piada

    io non supero 80 grammi per kg di farina, metto anche un paio di cucchiai d'olio e latte al posto dell'acqua

    Non metto lievito o bicarbonato ma metto un etto di impasto di pizza

    RispondiElimina

Ghiottonerie